Logo Verdi e Democratici per l'Ulivo Roberto Bombarda

ATTIVITA'
- -
Mozioni
Interrogazioni
Ordini del Giorno
Disegni di Legge
INTERVENTI
- -
In aula
In pubblico
Sulla stampa
STAMPA
- -
Pubblicazioni
Rassegna stampa
CHI SONO
-- -
Carta d'identità 
Conosciamoci meglio
Un voto utile per te e l'ambiente
COMMUNITY
- -
Mi puoi trovare anche su facebook
-
© Roberto Bombarda
Consigliere Regionale Trentino Alto Adige/Südtirol

E-mail


sabato, 25 maggio 2019
News e comunicati stampa


Trento, 15 febbraio 2006

PROTOCOLLO DI KYOTO, CHE COSA FA LA PROVINCIA DI TRENTO?
Ad un anno dall’entrata in vigore del Protocollo sono state poste 3 domande alla Giunta provinciale.


Il 16 febbraio 2006 è stata celebrata la ricorrenza di un anno dall’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto. Infatti proprio il 16 febbraio 2005 è entrato in vigore il trattato sottoscritto nel 1997 nell’omonima città giapponese che rappresenta il primo pilastro di una strategia internazionale per il raggiungimento dell'obiettivo di una progressiva riduzione delle emissioni di gas serra in atmosfera, per
contrastare i cambiamenti climatici in atto, determinati dal rapido aumento della temperatura
terrestre con gravi rischi per la sopravvivenza del nostro pianeta e degli esseri viventi.
L’Italia è purtroppo gravemente in ritardo rispetto al mantenimento degli obiettivi fissati dal Protocollo. Che cosa sta facendo invece la Provincia di Trento? Lo ha chiesto in un’interrogazione alla Giunta provinciale il consigliere provinciale Roberto Bombarda.
Questi i quesiti posti alla Giunta:
1. quale sia il bilancio della CO2 del Trentino sulla base dei più recenti dati acquisiti ed elaborati dalla Provincia e dai suoi Enti funzionali, compresi gli istituti di ricerca ed i musei;
2. come intenda procedere la Provincia per applicare su scala provinciale – secondo il principio “pensare globalmente, agire localmente” – il Protocollo di Kyoto;
3. se non ritenga utile e/o necessario avviare, anche per mezzo della Rete provinciale per l’educazione ambientale, una ulteriore campagna informativa rivolta agli enti locali, alle imprese ed ai cittadini, per aggiornare i trentini sul tema dei cambiamenti climatici e sui suoi potenziali effetti anche a livello locale, nonché sulle iniziative che possono essere attivate anche a dimensione locale ed a piccola scala per contrastare e diminuire le emissioni di CO2.