Logo Verdi e Democratici per l'Ulivo Roberto Bombarda

ATTIVITA'
- -
Mozioni
Interrogazioni
Ordini del Giorno
Disegni di Legge
INTERVENTI
- -
In aula
In pubblico
Sulla stampa
STAMPA
- -
Pubblicazioni
Rassegna stampa
CHI SONO
-- -
Carta d'identità 
Conosciamoci meglio
Un voto utile per te e l'ambiente
COMMUNITY
- -
Mi puoi trovare anche su facebook
-
© Roberto Bombarda
Consigliere Regionale Trentino Alto Adige/Südtirol

E-mail


venerd́, 24 maggio 2019
Conosciamoci meglio

La Pace è: Un valore universale, il più importante. “Il fine ultimo della vita” come ha scritto Raimon Panikkar
La Guerra è: La soluzione sbagliata, sempre
La Famiglia è: La cellula fondamentale della società
L’impegno sociale è: Un dovere per ogni cittadino, un obbligo morale per ogni cristiano
La Politica è: Dare un futuro migliore ai nostri figli ed a tutti i bambini del mondo
La Montagna è: Il patrimonio di famiglia dei trentini, un sistema di conoscenze e di valori prima che un dato geografico
Il CAI/SAT è: La mia seconda famiglia, dove ho conosciuto persone meravigliose
Il Mondo è: Bello, piccolo, di tutti
Verso i trentini emigrati abbiamo: Un enorme debito di riconoscenza, non ancora estinto
Verso gli immigrati dobbiamo essere: Accoglienti e disponibili al dialogo, chiedendo in cambio rispetto per le nostre culture e tradizioni
Frasi indimenticabili: “Non chiederti cosa può fare il tuo paese per te, chiediti quello che tu puoi fare per il tuo paese” di John Fitzgerald Kennedy e “Som tuc fioi de vacher” di Mario Antolini Muson
Lo slogan del cuore: “Più lenti, più soavi, più profondi” di Alex Langer
Il mio slogan politico: “Serietà, coerenza, impegno”
Una proposta che mi sta a cuore: La nuova legge per le aree protette
Una legge che non voterei mai: Un condono edilizio
Da cosa misuro l’attività di un politico: Dalla qualità e dalla quantità degli interventi e delle proposte
Quote rosa. Il mio parere: Raggiunta l’effettiva parità di genere non serviranno più
Maggioritario o proporzionale: Dipende dal contesto. In Italia, oggi, il maggioritario
Una sfida per il futuro: Più equità e giustizia qui e nel mondo
La dote più importante di un politico: Disponibilità all’ascolto ed al dialogo
Il difetto più grave per un politico: L’arroganza
Che cosa più mi affascina nel fare politica: La speranza di fare qualcosa di utile per la comunità
Il prezzo più alto da pagare per chi fa politica: Si sacrificano la famiglia e la carriera professionale
Prima l’amicizia o la politica: L’amicizia, ma a volte si possono avere amici anche in politica
Ciò che l’elettore non perdona: Di essere tradito nella fiducia riposta
Si può mentire per…: Non si deve mentire…
Cosa mi fa arrabbiare di più: La scorrettezza e l’ipocrisia
La vendetta è…: Chi cerca di praticare la nonviolenza non la considera
Cosa più apprezzo in un avversario: Il rispetto e l’onestà intellettuale
…e in un amico: La sincerità
Pensar male si fa peccato, ma…:… in politica a volte si indovina
La vita: un “doloroso inganno” o un occasione per …: Un dono
Il personaggio storico che più ammiro: San Francesco d’Assisi
Il personaggio politico a cui sono idealmente più legato: Alex Langer
Denaro: strumento o maledizione: Strumento da usare con parsimonia
Se potessi realizzare un sogno: Vorrei vivere in un mondo più giusto e più rispettoso delle persone e dell’ambiente, dove nessuno muore di fame, di sete od a causa di malattie facilmente curabili
A cosa non rinuncerei mai: Bisogna saper rinunciare a tutto
Il torto: “non resta che farlo o patirlo?”: Non fare agli altri…
Una virtù cardinale: La giustizia
Il piatto preferito: Polenta, cucinata in vari modi e con vari accompagnamenti. Il “top” è con la “peverada”.
I formaggi preferiti: La spressa ed il grana
La bevanda preferita: Caffè d’orzo, rigorosamente con il vino rosso
I vini: Marzemino e Pinot nero (rossi), Nosiola (bianco), vino santo di Castel Toblino
Abbigliamento: Casual-sportivo
Colori preferiti: Verde (ovvio) ed il blu in tutte le tinte e gradazioni
Il posto del cuore: La Val d’Algone, nel Parco Adamello-Brenta
I viaggi più belli: Nei parchi del nord America ed in Patagonia
Registi e film preferiti: Woody Allen (“Manhattan”, “Provaci ancora Sam”), Stanley Kubrick (“2001 Odissea nello spazio”), Oliver Stone (“Platoon”, “Wall Street”), Gabriele Salvatores (“Mediterraneo”), Ermanno Olmi (“L’albero degli zoccoli”).
Attori preferiti: Alberto Sordi, Woody Allen, Nicole Kidman
Trasmissioni tv preferite: Report, Quark, Gaia, Geo & Geo
Libri preferiti: “Le memorie di Adriano” di Margherite Yourcenair, “Il bosco dell’urogallo” di Mario Rigoni Stern, le opere di William Shakespeare e tutti i libri di montagna, tra i quali spiccano “Le Alpi Italiane” di Douglas William Freshfield e “L’ambiente alpino” di Werner Baetzing.
Musica preferita: Pink Floyd (“Wish you were here”), cantautori italiani (De Andrè, De Gregori, Vasco Rossi..), ma anche Mozart e Beethoven
Le montagne più belle: La Presanella e la Cima Sera
I sentieri più belli: Le bocchette del Brenta ed il Mandron, in Adamello
Il rifugio del cuore: Il “Dodici Apostoli” gestito dalla famiglia Salvaterra
Il ghiacciaio più bello: In Trentino la vedretta de la Mare in Val di Pejo; tra quelli che ho visto il Gorner nelle Alpi svizzere
Le ferie: Con la famiglia e qualche “fuga” in montagna, soprattutto per misurare ghiacciai
Gli sport praticati: Tutti quelli legati alla montagna, dall’alpinismo allo sci nelle diverse discipline, alla mountain bike.