Logo Verdi e Democratici per l'Ulivo Roberto Bombarda

ATTIVITA'
- -
Mozioni
Interrogazioni
Ordini del Giorno
Disegni di Legge
INTERVENTI
- -
In aula
In pubblico
Sulla stampa
STAMPA
- -
Pubblicazioni
Rassegna stampa
CHI SONO
-- -
Carta d'identità 
Conosciamoci meglio
Un voto utile per te e l'ambiente
COMMUNITY
- -
Mi puoi trovare anche su facebook
-
© Roberto Bombarda
Consigliere Regionale Trentino Alto Adige/Südtirol

E-mail


venerdì, 18 gennaio 2019
News e comunicati stampa


Trento, 16 novembre 2005

I VERDI IN DIFESA DEI GHIACCHI
Due disegni di legge dei Verdi a difesa delle grotte e per la creazione di “custodi volontari”


TRENTO – Due disegni di legge e due proposte di mozione dei Verdi del Trentino si occupano della tutela del patrimonio carsico, di promozione della speleologia e dell’esercizio della vigilanza ambientale attraverso operatori ambientalisti volontari. I provvedimenti sono stati illustrati dall’assessore provinciale Iva Berasi e dal proponente, il consigliere dei Verdi Roberto Bombarda.
La recente distruzione della grotta detta “Busa del Giaz” sulla Paganella per far posto a una nuova pista da sci, ha detto Bombarda, come pure gli sfregi al ghiacciaio della Marmolada per realizzare una nuova funivia, hanno richiamato l’attenzione di chi ha a cuore l’ambiente sulla necessità di dotarsi di migliori strumenti di controllo del territorio e di tutela del patrimonio ambientale, affinché certi episodi non debbano più ripetersi.
“Tutela del patrimonio carsico trentino” è il titolo del primo disegno di legge illustrato oggi da Bombarda, redatto in collaborazione con la Commissione speleologica della Sat.
Il secondo disegno di legge, “Esercizio della vigilanza ambientale in base al principio di sussidiarietà, e conseguenti modificazioni della normativa provinciale in materia di tutela dell’ambiente”, prevede che oltre ai soggetti incaricati della sorveglianza ambientale (polizia locale o forestale, guardapesca e guardacaccia, personale dei parchi e organi di pubblica sicurezza) possano vigilare sull’osservanza delle leggi ambientali anche i “custodi volontari”.